Curiosità ed entusiasmo
Il Noviziato Guido Rossa è formato da trentasei ragazzi più tre capi.
È composto da Maria Cristina, Massimo, Giuseppe, Angelo, Giuseppe, Alessandro, Sara, Serena, Daniele, Monica, Martina, Serena, Federica, Federica, Flavia, Alessio, Annagrazia, Doria, Giuliana, Federico, Fabrizio, Caterina, Alessandro, Cecilia, Antonella, Francesco, Egidio, Ariele, Mario, Donata, Francesco, Marco, Pietro, Silvia, Cristina, Cristina.
I ragazzi provengono tutti dal sud Italia: Campania, Calabria, Sicilia, Basilicata, Puglia, Molise, Umbria.


I capi del Noviziato sono: Luca, Marco, Pierpaolo e Margherita anche se lei non è potuta venire qui al Jamboree perché in dolce attesa.
Il Noviziato si è da subito compattato e ha tanta voglia di mettersi in gioco, di iniziare questa incredibile avventura: il Jamboree.
Naturalmente all’inizio nessuno sapeva cosa avrebbe trovato al Jambore, così, con tanta curiosità, abbiamo accettato la sfida… Si parte: destinazione Jamboree!
Carrieri Maria Cristina – Noviziato Guido Rossa

Veloci e sorridenti
Valentino Rossi, nome del Reparto marchigiano partito da Falconara il 27 luglio per partecipare al 21°Jamboree mondiale.
Ci eravamo già incontrati altre due volte prima della partenza formando quattro squadriglie: Daini e Picchi maschili, Cavallucci Marini e Lupi femminili.
Anche se ci conosciamo poco, in questi tredici giorni dovremo convivere con scout provenienti da tutto il mondo.
Il nome Valentino Rossi è stato scelto per onorare questo grande personaggio marchigiano che ci rende fieri di lui in tutto il mondo.
Sulla scia dello sportivo di cui portiamo il nome, ci siamo cimentati in un’impresa di Olympia.
Le quattro squadriglie hanno costruito quattro monopattini che si sono contesi il posto per Londra.
DSCN1292 [640x480]
L’innominato monopattino della squadriglia Picchi ora scorazza libero per il Jamboree mietendo vittime fra staff e partecipanti.
Questo Jamboree per noi è un’occasione unica che cerchiamo di vivere al massimo dello stile scout italiano sia nelle cerimonie che nelle attività.
Oggi a circa metà Jamboree il nostro Reparto si può ritenere più che soddisfatto delle attività proposte fra cui il cambio giornaliero del capo Squadriglia che permette ad ognuno di provare esperienze nuove ogni giorno.
Ecco alcuni pareri:
Un’esperienza unica e irripetibile che può cambiare la tua vita!
Sapere che altri 38 milioni di scout nel mondo rinnovano la stessa promessa l’alba del primo agosto è stato un monento pieno di magia; uno di quei momenti che ti rimangono impressi per tutta la vita! Attività entusiasmante e serate all’insegna del divertimento e della musica.
Sono solo pochi i pensieri ma rappresentano quelli di tutto il Reparto.
In questi ultimi giorni, noi ambasciatori continueremo a dare il massimo e a giocare il gioco scout per rappresentare al meglio le Marche nel mondo.
Luna Gelosi, Leonardo Destro – Reparto Valentino Rossi

Un Jamboree dentro al Jamboree
Il nostro Reparto è come un piccolo Jam dentro un enorme Jamboree; siamo infatti il Reparto Mario Mazza, misto Piemonte, Val d’Aosta, Liguria (e anche un po’ di Veneto, ma solo tra lo staff).
Effettivamente questo particolare si fa sentire attraverso le diverse tradizioni che ognuno ha portato con sé nel proprio zaino. Già all’incontro pre-campo si era capito che vento tirava, vento di felicità, vento che porta sorrisi. Perché non esitimiamo a fare il regalo forse più bello del mondo: un sorriso.
Ma chi sono queste persone così felici? Ecco un elenco riassuntivo: Don Francesco Granera, 86 anni, promessa scout nel 1927 e al suo secondo Jamboree, dopo quello del 1947 in Francia, che ci segue spiritualmente in maniera perfetta; Giuseppe-Beppe, Padova, il nostro capo reparto specializzato in giochi di magia che coinvolgono tutto il campo; Silvia, Caldiero, aiuto staff che porta un po’ di serietà nella nostra gabbia di matti; Stefano, Tortona, artefice del 50% delle nostre maligne azioni (anche quelle benigne ma solo quando strettamente necessario); Francesco, assistente del don e neo acquisto del nostro reparto.
E ora passiamo alle nostre splendide squadriglie: Tori, Piranha maschili, Linci e Koala femminili.
Com’è ovvio, le prime due squadriglie sono l’anima ordinata del reparto, mentre le altre due… beh, lasciamo perdere.
I Tori sono composti da: Andrea, caposquadriglia di Gattinara, Simone(me) Genova 49, Stefano Acqui Terme, Fabio Triverio, Davide Genova 55, Andrea Biella 2, Alberto Pinerolo 2, Emanuele Borgosesia.
La loro specialità è stata il riso crudo e bruciato, ed essendo riusciti a creare un riso più duro di quello presente nella confezione sono stati contattati dal Dr. Scotti per un riconoscimento.
Sono Piranah Paolo da Santhia, Andy Pinerolo 2, Davide Acqui Terme, Federico Sesto Calende, Lorenzo Borgomanero, Luca Genova 27, Mattia Novara 6, Marcello Casale Monferrato, Francesca Genova 50.
Il loro riso era decisamente peggiore del nostro.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
I Koala sono: Caterina del Biella 2, Laura del Torino 22, Laura Oleggio, Veronica Biella 1, Letizia Triviero 1, Caterina Point St Martin, Irene Novara 6, Ilaria Sesto Calende 1, Giulia Vercelli 5, Chiara Tortona, Erika.
Questo per oggi è tutto, ci sentiamo presto.
Pavone premuroso – Reparto Mario Mazza

Grandi idee e allegria travolgente
Ancora non ci sembra vero, il nostro Reparto Luigi Pirandello, composto da guide ed esploratori calabresi, campani e molisani è arrivato a vivere insieme il Jamboree del centenario. Cosa possiamo dire?
Pirandello [640x480]
Siamo guide ed esploratori con grandi idee, con sorrisi dolci e amichevoli e con un’allegria travolgente che riesce a far spuntare un sorriso anche il più grande musone del mondo!
Il Jamboree è iniziato: ogni giorno viviamo una grande ed entusiasmante avventura che ci arricchisce interiormente facendoci crescere nel segno dell’amicizia e della condivisione fraterna.
Siamo certi che l’esperienza continuerà nel migliore dei modi facendoci tornare a casa arricchiti di tanto entusiasmo e tanta voglia di vivere e con la consapevolezza che volendo si può costruire un mondo di pace in cui tutte le nazioni convivano insieme.
Maria Francesca Liporace – Reparto Luigi Pirandello

Marmellata italiana
L’alba: non è mai la stessa, e cambia di città in città.
Possiamo dire di aver visto sorgere un nuovo sole tutti insieme, lo stesso e nello stesso luogo: noi del Noviziato don Lorenzo Milani ci siamo ritrovati a rappresentare l’Italia a pezzetti.
È una strana esperienza quella dell’incastrare i diversi modi di vivere lo scautismo come un puzzle, strana ma edificante, che esalta i punti in comune: servizio, solidarietà, unione e voglia di fare, voglia di divertirti, voglia di mettersi in gioco, di confrontarsi, voglia …di voglia!
Abruzzo, Molise, Marche, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Veneto e Trentino Alto Adige; tanti luoghi di provenienza ma una sola Promessa, la stessa che ci unisce in 40.000 qui al Jamboree.
Nel nostro cuore batte un’idea. La stessa che unisce i 38 milioni di ragazzi che nel mondo hanno avuto il coraggio, l’ardore, la passione, la pazzia di aderire a un ideale così nobile.
Certo si può parlare di nobiltà per descrivere ciò che caratterizza lo scout di oggi, una persona che pone il proprio onore nel meritare fiducia, un cavaliere bianco armato solo della propria volontà.
Le nostre differenze non sono state uno scudo ma anzi motivo di curiosità e ricchezza: per dodici giorni abbiamo vissuto in omogenea diversità e abbiamo condiviso tanto.
Luca Mareso e Giulia Castegnaro – Noviziato don Lorenzo Milani

Come amici affiatati
Ciao a tutti, siamo i ragazzi del Reparto Ottavio Bottecchia del Friuli Venezia Giulia, composto da quattro Squadriglie, due femminili e due maschili.
La capo Squadriglia degli Aironi- di cui fanno parte Chiara, Ambra, Sara, Francesca e Anna -è Marta mentre la vice è Maria Chiara.
Bottecchia [640x480]
Il capo dei Cinghiali è Samuele, Giulio è il vice e gli altri componenti sono Guido, Matteo, Andrea, Francesco, Sandro, Luca ed Emanuel.
A guidare i Pipistrelli ci sono Francesca e Caterina, capo e vice capo. Mentre le altre guide che compongono la squadriglia si chiamano Eugenia, Marta, Stefania, Agnese, Erica e Beatrice.
Felix è il capo Squadriglia degli Arieti e ha come vice Raffaele, gli altri squadriglieri sono Simone, Stefano, Giacomo, Marco, Matteo, Nicola, Stefano.

Scoprirsi nella diversità
Buongiorno a tutti, siamo il Reparto Italo Calvino.
Il nostro, a differenza di altri reparti, è formato da guide ed esploratori provenienti da ben sei regioni diverse: Abruzzo, Lazio, Liguria, Sardegna, Toscana e Veneto. Traspare subito che la nostra non è una storia semplice, ma è davvero molto bella!
Ci siamo incontrati per la prima volta a Firenze, nella base scout delle Salaiole all’inizio di giugno.
L’uscita è andata per il meglio ed il Reparto ha potuto scoprirsi nelle sue diversità e nelle sue uguaglianze, creando così un bellissimo gruppo molto affiatato.
Ora siamo qui al Jamboree, di nuovo insieme!
Rep. Italo Calvino 2 [640x480]
Tutto quello che avevamo progettato si sta realizzando con il passare di questi giorni splendidi. L’unità del Reparto è sempre più forte poiché ognuno mette in gioco tutto se stesso per la buona riuscita delle attività. Questo fa di noi un Reparto che non si limita ad essere di formazione e basta, ma un Reparto vero e proprio, pronto a lanciarsi nell’avventura!
Un saluto all’Italia dall’Italo Calvino!
Ai nostri genitori: tranquilli, siamo vivi e questa è la prova!
Francesco e Luana – Reparto Italo Calvino

In comunione con i nostri fratelli della Südtiroler Pfadfinderschaft
Tita Piaz
Ciao! Siamo il Reparto Tita Piaz del Trentino Alto Adige.
Perché questo nome? Tita Piaz fu uno scalatore che conquistò le più importanti cime del Trentino.
Ed eccoci tutti: Anranter Ralph, Armaletti Mattia, Blumtritt Marlene, Bove Wanda, Braun Lukas, Brunetti Stefan (capo reparto), Bruschetti Serena, Cavagna Fabrizio, Dalnodar Dennis, Dalvai Ragno Martin, Huber Fabian, Fliri David, Fritz Anna, Gadler Sara, Ganthaler Michael (capo reparto), Gonzo Andrea (capo reparto), Guerra Filippo, Mahlknecht Sara, Marsoner Theodor, moltrer Caterina, Niederkoflei Jan Schmid, Nössig Elisabeth, Notdurfter Michael, Pavesi Matteo, Piazzi Miriam, Pietropoli Ilaria, Pisetta Chiara, Postal Lorella (capo reparto), Prossliner Doris, Rabensteinei Tobias, Robol Caterina, Santoni Giulia, Sivestri Laura, Tait Gualtiero, Tarter Francesca, Trisolini Davide, Völser Johanna, Weger Anna, Winkler Martin.
Tita-Piaz
La metà dei componenti del nostro Reparto provengono dalla Südtiroler Pfadfinderschaft e l’altra metà dall’Agesci.
Siamo un Reparto di esploratori e guide molto diverse fra loro, con proprie regole e tradizioni particolari, per questo interessante! I nostri capi sono Andrea e Lorella di lingua italiana, Michael e Stefan di lingua tedesca, ma sanno farsi capire perfettamente ve lo assicuro!
I ragazzi della Südtiroler Pfadfinderschaft conoscono l’italiano più di quanto noi parliamo la loro lingua; nonostante non ci sia comunicazione continua capirsi è relativamente facile. Johanna, guida della Südtiroler Pfadfinderschaft dice che le differenze fra Alto Adige e Trentino sono state inizialmente una barriera, ma che ora siamo diventati amici, ci divertiamo insieme e ognuno impara dagli altri.
Fra stambecchi silenti e colibrì vivaci stiamo vivendo un Jamboree mozzafiato!
Come italiani ci facciamo proprio riconoscere, speriamo nel bene!
La nostra canzone è Scouting for Boys
Durante i pasti comunitari ognuno sfodera le proprie armi ed è quasi una sfida fra piccante, cipolla e pasta al dente!
Poi le attività: fra ritardi e corse partecipiamo entusiasti. Ne abbiamo passate di tutti i colori: giovedì quattro di noi sono finiti a Gilwell Park, mentre gli altri erano allo Splash!
E, al ritorno da un pomeriggio di Splash l’autista ha guidato il pullman sulla costa a sud di Londra. Un posto davvero carino!
Alla sera Gualtiero, Francesca e Matteo danno lezioni avanzate di Morra trentina: Trema Papa, Cincicotti sono le parole che sostituiscono i numeri.
Fra serate sotto il cielo della Main Arena (luogo dove si svolgono gli spettacoli comuni del Jamboree), Albachiara a squarciagola e molte conoscenze, oggi, nono giorno, non ci rendiamo ancora conto del tempo che è passato. Troppo veloce! Vogliamo immortalare tutto: saranno ricordi in mente e nel cuore!
In questo puzzle di mondo e culture l’espansività di ognuno cresce a dismisura e sentiamo la voglia di comunicare, parlare, il desiderio di fare più amicizie possibili non sprecando neanche un secondo di queste giornate!
Reparto Tita Piaz

Rispondi