Trenta anni insieme, trenta anni di scautismo italiano

Trenta anni insieme, trenta anni di scautismo italiano
Comunicato stampa

Roma, 23 giugno 2017

Essere guida, essere scout significa far parte dei due movimenti giovanili più diffusi nel mondo: l’Associazione Mondiale delle Guide e delle Esploratrici (WAGGGS) www.wagggs.org e l’Organizzazione Mondiale del Movimento scout (WOSM) www.scout.org
Lo scautismo è presente in Italia con circa 200.000 associati attraverso la Federazione Italiana dello Scautismo (FIS), che nasce nel dicembre del 1986 e riunisce l’AGESCI e il CNGEI.

L’AGESCI nasce nel 1974, è presente oggi su tutto il territorio nazionale, con circa 185 mila associati appartenenti a quasi 2 mila gruppi. www.agesci.it
Il CNGEI nasce nel 1912, conta 14.000 soci e realizza un’azione educativa laica, indipendente da ogni credo religioso e da ideologie politiche. www.cngei.it

A dicembre del 2016 sono iniziate le celebrazioni per i trent’anni della Federazione Italiana dello Scautismo, che termineranno a giugno 2017.
Il 24-25 giugno, infatti, a Venezia ci sarà l’occasione per ricordare insieme la nascita della Federazione alla presenza del Comitato europeo WOSM e della Fondazione europea WOSM, del Consiglio nazionale dell’AGESCI e del CNGEI. Entrambe le dirigenze associative si sono ritrovate concordi nel considerare questo, come un momento storico importante; si è ritenuto che fossero maturi i tempi per fare una riflessione di prospettiva sulla Federazione stessa.

Il Presidente della FIS, Matteo Spanò afferma che: “Tanti sono gli ambiti su cui lo scautismo può contribuire alla crescita della società civile per lasciare il mondo un po’ migliore di come lo abbiamo trovato. Il documento che intende fare sintesi di una visione comune alle due Associazioni è la Carta dei valori del Guidismo e dello Scautismo Italiano che ribadisce il primato della persona e della sua dignità; la comunità come luogo di crescita e come scuola di vita; la relazione positiva tra gli adulti e i giovani; il servizio come scelta di contribuzione al nostro paese; la cittadinanza attiva e la legalità come stile; la natura e l’ambiente come luoghi di vita, la pace fondata sulla giustizia e la nonviolenza”.

La FIS alla Conferenza Europea

Dal 17 al 21 giugno si è tenuta a Melsomvik in Norvegia la 15esima Conferenza europea.

La Delegazione della Federazione italiana dello Scautismo è composta da 13 componenti di AGESCI e CNGEI.

Nicolò Pranzini è stato eletto, durante i lavori, membro del Comitato Europeo WOSM.

Per maggiori informazioni sulla conferenza, visitate il sito ufficiale http://15egsc.europak-online.net e seguite la partecipazione italiana alla Conferenza sui canali social: FB FIS FB CNGEI FB AGESCI

Forestale e scout insieme per la difesa dell’ambiente


Protocollo d’intesa fra Corpo forestale dello Stato e Federazione Italiana dello Scautismo per la collaborazione nella lotta agli incendi boschivi, nell’attività di educazione ambientale e per la tutela degli animali e delle foreste

Roma, 15 giugno 2016 – Oggi il Corpo forestale dello Stato e la Federazione Italiana dello Scautismo hanno rinnovato la loro collaborazione mediante la sottoscrizione di un protocollo volto a sviluppare e condividere progetti per la salvaguardia dell’ambiente e della natura. Firmatari dell’accordo il Capo del Corpo forestale dello Stato, Cesare Patrone e il Presidente della Federazione Italiana dello Scautismo, Matteo Spanò che, visti gli ottimi risultati della cooperazione, hanno inteso proseguirla.
La sostanziale omogeneità degli interessi tutelati sia dalla Forestale che dalla Federazione dello Scautismo consentirà di stabilire forme utili di collaborazione, attraverso la reciproca messa a disp
osizione di risorse umane e strumentali, al fine di realizzare azioni mirate con obiettivi condivisi.

Il protocollo fra il mondo scout e il Corpo forestale dello Stato mira a implementare scambi di dati ed informazioni relativi all’ambiente, iniziative di tutela della biodiversità animale e vegetale, nei parchi nazionali e nelle riserve naturali gestite dal Corpo forestale dello Stato e nelle altre aree naturali protette, iniziative di educazione ambientale, collaborazione nella prevenzione degli incendi boschivi, del bracconaggio, dei maltrattamenti degli animali e nella ricerca di persone disperse in montagna. Prevede inoltre azioni coordinate di osservazione del territorio, per la difesa dai danni ambientali e con riferimento a situazioni di emergenza (abusivismo edilizio, rifiuti, inquinamento delle acque, tagli illegali).

 

La Federazione Italiana dello Scautismo (FIS) riunisce le associazioni riconosciute in Italia, CNGEI e AGESCI, che adottano il metodo educativo scout. La FIS, che conta 200.000 associati, aderisce alla Associazione Mondiale delle Guide e delle Esploratrici (WAGGGS) e all’Organizzazione Mondiale del Movimento Scout (WOSM).

Contatti

Ufficio Stampa FIS / Email: ufficiostampa@agesci.it / Tel. 06/68166215-208 – www.scouteguide.it

Ufficio stampa Corpo Forestale dello Stato: Email: uff.stampa@corpoforestale.it  tel. 0646657061-62 fax 0648904001 – www.corpoforestale.it

Comunicato della Federazione Italiana dello Scautismo

Dalla sera di venerdì 6 giugno è stata diffusa la notizia di un “dirigente scout” di Civitavecchia arrestato con l’accusa di reati compiuti nei confronti di minori.
Le immagini associate alla notizia riconducono alle associazioni scout Agesci e Cngei.
La Federazione Italiana dello Scautismo, che comprende le associazioni AGESCI e CNGEI, comunica l’assoluta estraneità dei propri associati ai fatti occorsi.
Esistono molte associazioni che si richiamano ai principi dello scautismo: in Italia l’unica ufficialmente riconosciuta dagli organismi mondiali dello scautismo WOSM e WAGGGS, è la Federazione Italiana dello Scautismo.
Ci preme esprimere piena vicinanza alle ragazze e alle famiglie vittime dei terribili fatti occorsi.
Chi ripone fiducia, non dovrebbe mai vederla tradita.
Disapproviamo con forza chiunque tenti una strumentalizzazione dello scautismo, metodo educativo che si propone di contribuire alla crescita di bambini, ragazzi e giovani come persone significative e responsabili.
A tutela dell’immagine e credibilità delle migliaia di adulti educatori che ogni giorno si spendono volontariamente per lo scautismo, invitiamo tutti gli organi di stampa a rimuovere e a non utilizzare, a corredo delle notizie pubblicate sul caso in questione, immagini in cui vengono ritratti aderenti alle associazioni della Federazione Italiana dello Scautismo (uniforme azzurra e blu AGESCI, uniforme verde e marrone CNGEI).