Lo Scautismo italiano vuole contribuire alla ripartenza del Paese

Lo Scautismo italiano vuole contribuire alla ripartenza del Paese. Resta presente e impegnato con rinnovata intenzionalità nel servizio alla formazione dei giovani e delle giovani del nostro Paese, nel promuoverne il senso di responsabilità e il protagonismo civico, nella direzione dei più urgenti cambiamenti culturali.

L’ educazione è impegno che non si attua senza il confronto con la realtà e con gli altri, senza il rispetto dei valori e delle norme che ci tengono insieme.
Oggi le comunità di cui le nostre realtà scout sono parte – e che costituoscono l’ ambito delle esperienze e dei percorsi formativi che proponiamo – chiedono e meritano che le nostre attività siano svolte nel rispetto pieno delle regole che garantiscono la sicurezza di tutti, in particolar modo dei più fragili, a partire dall’uso del Green Pass.

Sollecitiamo i gruppi scout al massimo rigore durante lo svolgimento delle attività, nel rispetto dei nostri giovani come degli educatori e delle educatrici che generosamente si mettano al loro fianco per accompagnarne la crescita.

Ringraziamo tutte le famiglie per la fiducia che testimoniano affidandoci i loro figli e impegnamoci a corrispondervi facendo del nostro meglio.

L’ alleanza che continueremo a costruire con le ragazze e i ragazzi che ci raggiungeranno lungo la nostra strada e con le loro famiglie resta la condizione necessaria al nostro impegno per un mondo migliore.

Il Comitato Federale

Scarica e leggi il comunicato

Giornata del Pensiero 2021

Giornata del Pensiero 2021

WAGGGS (World Association of Girl Guides and Girl Scouts) è il movimento mondiale che rappresenta 10 milioni di Guide e Scout in
152 paesi. Fin dalla sua fondazione WAGGGS ha contribuito attivamente alla pace globale, incoraggiando lo scambio, le amicizie e la
comprensione reciproca in tutto il mondo.


Il percorso che ha condotto all’edizione 2021 della Giornata del Pensiero parte da molto lontano, quando nel 1926 fu istituita da
WAGGGS la Giornata Mondiale del Pensiero (GdP), una giornata di amicizia internazionale per tutte le Guide e gli Scout. Da allora la
GdP si festeggia ogni 22 di febbraio, giorno della ricorrenza dei compleanni di Lord Baden-Powell, fondatore del Movimento Scout, e
di sua moglie Olave, la Capo Guida Mondiale. Ogni anno questa data diventa un’occasione per realizzare azioni concrete per rendere
il mondo un posto migliore e si raccolgono fondi per realizzare progetti e programmi che coinvolgono 10 milioni di ragazze e giovani
donne. Ogni anno WAGGGS propone un pacchetto di attività a supporto di tutti i capi che nel mondo festeggiano la GdP insieme ai
bambini, alle bambine, alle ragazze e ai ragazzi nelle proprie realtà locali e nazionali.


Nelle due ultime edizioni, quelle del 2019 e del 2020, WAGGGS ha proposto i temi della leadership, della diversità, dell’inclusione e
dell’equità quali elementi che arricchiscono la propria esperienza personale, la vita delle nostre comunità e del nostro pianeta, di fatto
gettando le basi al tema di quest’anno: la pace.

Noi, Scout e Guide della Federazione Italiana dello Scautismo (FIS), abbiamo accolto con piacere ed entusiasmo la proposta di WAGGGS e siamo pronti a metterci in gioco per essere migliori costruttori di pace.

Giornata del Pensiero 2020

“Noi tutti dovremmo sapere che è la diversità che rende ricco un arazzo, e dovremmo capire che tutti i fili dell’arazzo sono uguali in valore, non importa quale sia il loro colore”


La Giornata Mondiale del Pensiero (GdP) è la giornata in cui le Guide e gli Scout di tutto il mondo festeggiano l’amicizia internazionale e si impegnano a raccogliere fondi per realizzare progetti e programmi che coinvolgono 10 milioni di ragazze e giovani donne in tutto il mondo.
L’idea della Giornata Mondiale del Pensiero nacque in occasione della 4° Conferenza Mondiale WAGGGS in USA e si celebra tutti gli anni dal 1926 nel giorno, il 22 febbraio, della ricorrenza dei compleanni di Lord Baden-Powell, fondatore del Movimento Scout, e di sua moglie Olave, la Capo
Guida Mondiale.
Da allora WAGGGS propone spunti di riflessione e di attività che i capi possono utilizzare per preparare i festeggiamenti insieme alle proprie ragazze e ai propri ragazzi. Di anni e Conferenze ne sono trascorsi
tanti: il 2020 è l’anno della 37° Conferenza Mondiale WAGGGS. Già da molti mesi WAGGGS si prepara a vivere questo importante momento di democrazia in cui tutte le Organizzazioni che ne fanno parte decideranno insieme gli scenari futuri della più grande associazione di volontariato per ragazze e giovani donne nel mondo. Ma il 2020 è anche l’anno in cui, grazie alle celebrazioni della Giornata Mondiale del Pensiero, abbiamo l’occasione di esplorare i temi della diversità, dell’equità e dell’inclusione.

Sblocchiamo un nuovo mondo! Al via il 24esimo Jamboree, l’incontro mondiale degli scout.

Roma, 19 luglio 2019

Si svolgerà negli Stati Uniti il 24° World Scout Jamboree.

Si celebrerà così, dal 22 luglio al 2 agosto prossimi, l’esperienza internazionale degli scout per antonomasia: una “marmellata”, così nasce la parola Jamboree, di oltre 45.000 persone provenienti da tutto il mondo.

Il 15 luglio una rappresentanza del contingente è stata ricevuta dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha voluto sottolineare il valore educativo ed universale di un’attività incentrata sull’incontro e sull’accoglienza: “quella che farete sarà un’esperienza di grande fascino, di grande coinvolgimento, ma è un messaggio che lanciate anche all’intera comunità umana”.

I NUMERI  – La presenza italiana sarà ampia e rappresentativa: oltre 1.200 scout, ragazzi e ragazze tra i 15 e i 17 anni che avranno la possibilità, unica nel suo genere, di poter incontrare coetanei provenienti da oltre 130 paesi. Attesi, inoltre, più di 20.000 visitatori da tutto il mondo e circa 2.000 ospiti speciali.

IL TEMA DELL’INCONTRO – In un mondo che sta tentando di costruire barriere, lo scautismo vuole costruire ponti. E nel logo italiano simbolo di questa esperienza, viene rappresentato proprio un ponte significativo per gli scout: il ponte di Leonardo, proiettato dall’alto. L’incontro in America sarà centrato sul tema “Unlock a New World”, sbloccare un nuovo mondo. Saper scorgere la bellezza che ognuno ha in sé e quella che nasce dall’incontro accogliente con l’altro, saper vivere la Terra responsabilmente, sono le sfide a cui ogni ragazzo è chiamato. Un mondo dove l’altro è una ricchezza e non una minaccia, fatto di persone uniche e irripetibili. Il Jamboree 2019, per la prima volta, è inoltre realizzato in collaborazione tra le organizzazioni scout di tre diversi stati: il grande raduno ospitato dagli Stati Uniti è stato curato infatti dalle organizzazioni scout statunitensi, canadesi e messicane.

DOVE – Charleston, capitale della West Virginia, ha 48 mila abitanti. Si comprende, dunque, che significato abbia un campo scout di questa dimensione: è come una seconda capitale! La Bechtel Reserve è una tenuta di circa 42 km quadrati. Il territorio comprende quattro laghi con un’isoletta chiamata Brownsea, proprio come quella inglese che ospitò il primo campo scout della storia, nel 1907, sotto la guida di Sir Robert Baden-Powell.

La Federazione Italiana dello Scautismo (FIS) riunisce nello spirito della Legge e della Promessa scout l’Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani (AGESCI) e il Corpo Nazionale Giovani Esploratrici ed Esploratori Italiani (CNGEI). La FIS aderisce, per le proprie appartenenti femminili, alla Associazione Mondiale delle Guide e delle Esploratrici (AMGE) e, per i propri appartenenti maschili, all’Organizzazione Mondiale del Movimento scout (OMMS). Le Associazioni federate nella FIS si riconoscono in un impegno educativo comune nei confronti della gioventù italiana, pur conservando la propria piena autonomia.

Tutte le informazioni su
https://www.jamboree.it/2019/

Facebook World Scout Jamboree – Contingente Italiano FIS https://www.facebook.com/WSJ.Italian.Contingent/

Instagram wsjitalia https://www.instagram.com/wsjitalia/

Giornata del Pensiero 2019 “I muri ribaltati diventano ponti”

Il 22 febbraio nacquero i fondatori dello Scautismo e del Guidismo/Scautismo femminile, Sir Robert Baden-Powell nel 1857 e Lady Olave Baden-Powell nel 1889. Questa data rappresenta per noi Guide e Scout di tutto il mondo l’occasione di riflettere sul nostro Movimento di fratellanza internazionale ed agire per rafforzarlo e sostenerlo. Durante la Giornata del Pensiero, infatti, noi tutti ci impegniamo a raccogliere fondi a sostegno di programmi e progetti che interessano 10 milioni di ragazze e giovani donne in tutto il mondo.
Durante lo scorso triennio, WAGGGS ha proposto pacchetti di attività per la Giornata del Pensiero dedicati ai temi della connessione, della crescita e dell’impatto del nostro Movimento.
Quest’anno WAGGGS ha deciso di dedicare le attività per la Giornata del Pensiero alla leadership, intesa come “viaggio condiviso che ci consente di lavorare insieme e apportare un cambiamento positivo nelle nostre vite, nelle vite degli altri e nella società”.

Per la stampa del documento si consiglia di utilizzare l’opzione “opuscolo” (Acrobat>file>stampa>opuscolo)

Nota sull’accoglienza nel nostro Paese

Roma, 10 gennaio 2019

“…il principio fondamentale della Legge Scout esclude risolutamente l’egoismo e spalanca la porta alla buona volontà ed al servizio verso il prossimo” (Baden-Powell, da “La strada verso il successo”)

Come Federazione Italiana dello Scautismo siamo colpiti da quanto accaduto in queste ore – e, più in generale, in questa epoca – nei nostri mari e di fronte alle nostre coste.

Il servizio educativo rappresenta per noi da sempre una grande e bellissima sfida: amare i giovani, accompagnandoli nel loro percorso di crescita ad essere persone libere e felici. È una missione che viviamo accanto a ragazzi di ogni estrazione sociale, di ogni religione, di ogni provenienza geografica. È un servizio a cui rimaniamo fedeli e che gratuitamente continuiamo a portare avanti con il sorriso, perché “l’egoismo è la radice della tristezza”, scriveva il fondatore dello scoutismo Baden-Powell.

Le storie di disperazione che ci raggiungono attraverso i media, e ancora prima nella testimonianza dei tanti gruppi scout che vivono nei territori maggiormente coinvolti dai fenomeni migratori, ci sconvolgono per la loro drammaticità.

Di fronte a tutto questo ci sentiamo chiamati a ribadire la fedeltà alla nostra promessa scout, rinnovando l’impegno che da sempre cerchiamo di portare avanti come cittadini: aiutare in ogni modo possibile coloro che si trovano in uno stato di bisogno o in difficoltà. Senza nessuna volontà di appiattimento culturale, e senza temere le diversità.

Questo approccio non è né ideale né tantomeno ideologico, ma nasce dalla nostra concreta esperienza educativa e dall’adesione ad una vera fratellanza internazionale.

Ci siamo riconosciuti nell’invito rivolto alla nazione dal Presidente della Repubblica, di costruire “comunità di vita”: sono comunità di vita reale e fraterna quelle che sanno generare sogni nei bambini e nei ragazzi con cui quotidianamente ci confrontiamo.

Siamo adulti testimoni di come i giovani sappiano vivere con sincerità l’amicizia e la fratellanza internazionale: lo abbiamo potuto riconoscere ad esempio durante i “Jamboree”, incontri tra giovani scout provenienti da tutte le parti del mondo.

Crediamo che da paese a paese possa cambiare il colore della pelle, dei fazzolettoni che portiamo al collo, del credo religioso: a non cambiare è la convinzione che ad una vera e leale fratellanza non esista, per la nostra umanità, un’alternativa.

Per tutto questo, come Scout e cittadini, continueremo ad impegnarci per lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato. Vogliamo contribuire con il nostro servizio educativo ad essere sentinelle di speranza, affinché il nostro Paese senta propria la sfida di avere uno sguardo coraggioso per trasformare in opportunità di rinnovata umanità ciò che oggi la paura fa apparire come un problema.

Federazione Italiana dello Scautismo 

Novità per il JOTA-JOTI

Dal 2019 il coordinatore italiano JOTA-JOTI per l’Italia sarà Giuseppe Bocchino, socio CNGEI.

Il Jamboree-On-The-Air – Jamboree-On-The-Internet (JOTA-JOTI) è il più grande evento scout al mondo, coinvolgendo oltre un milione di scout ogni anno, il terzo fine settimana di ottobre. In questo evento scout di tutto il mondo entrano in contatto usando gli strumenti della radio ed Internet, per costruire un vero e proprio campo virtuale.

La Federazione Italiana dello Scautismo ringrazia il precedente coordinatore Gino Lucrezi per l’impegno profuso ed i risultati ottenuti in questi anni, che hanno visto tanti nuovi gruppi partecipare all’attività. La Federazione confida inoltre che il percorso da lui avviato proseguirà nei prossimi anni.

Relazione 2018 sull’uso dei fondi Thinking Day

L’associazione mondiale delle Guide (AMGE o WAGGGS) ci informa sull’uso delle donazioni arrivate nel 2017 al fondo Thinking Day.

Trovi tutti i dettagli (in inglese) cliccando qui.

In Italia, i contributi sono raccolti dalla FIS, che li riversa a WAGGGS.

Quest’anno abbiamo contribuito al fondo con 6.184,92 Euro; clicca qui per la ricevuta del versamento