Una buona azione per la pace

Le Guide e gli Scout di tutta Italia scelgono la via dell’educazione per dire:
“Mai più la guerra! Con la guerra tutto è distrutto!”.

Abbiamo provato tante volte, per tanti anni, a risolvere i nostri conflitti con la forza e con le armi. La nostra
storia è stata segnata da tanti momenti di ostilità e di oscurità, da tanto sangue versato, da tante vite
spezzate, da troppe speranze seppellite. Non vogliamo più vivere in ostaggio della violenza…noi scegliamo
la speranza, noi scegliamo l’educazione come modo per costruire la pace!


Nel 1911 Baden Powell, il nostro fondatore, scriveva: «mi sembra che prima che si riesca ad abolire gli
armamenti, prima di poter fare promesse a mezzo di trattati, prima di costruire palazzi dove possano sedere
i delegati per la pace, il primo passo sia quello di abituare le giovani generazioni, in ogni nazione, a lasciarsi
guidare in tutte le cose da un assoluto senso di giustizia. Quando gli uomini avessero questo senso di
giustizia come un istinto nella loro condotta in ogni questione della vita, così da guardare imparzialmente
ogni problema da entrambi i punti di vista prima di sposarne uno, allora al sorgere di una crisi tra due
nazioni essi sarebbero spontaneamente più pronti a riconoscere ciò che è giusto e ad adottare una soluzione
pacifica; cosa questa che rimarrà impossibile finché la loro mentalità sarà abituata a considerare il ricorso
alla guerra come la sola soluzione
».

una BUONA AZIONE per la PACE!
1 – 6 Marzo 2022


I nostri passi lungo la strada ci hanno sempre insegnato ad avere coraggio nelle nostre scelte, a condividere
le gioie ed anche le fatiche! Anche oggi, in questi giorni terribili, siamo sulla strada. Stavolta con i fratelli e
sorelle che soffrono nell’est dell’Europa.


Come scout, insieme a tutti gli scout di Wosm e Wagggs, vogliamo dimostrare la nostra vicinanza al popolo
Ucraino e a tutti i popoli che sono in sofferenza per la guerra. Vogliamo farlo con una azione, una Buona
Azione per la Pace, che si incarni in una esperienza per le nostre ragazze e ragazzi, una partecipazione ad
una marcia, una chiacchera con qualche cittadino ucraino qui in Italia, un incontro con un anziano che è
stato testimone di guerra e sofferenza, una preghiera, una meditazione, una attività significatica…..un gesto
che sottolinei la bellezza della fraternità e l’orrore della violenza.


Vogliamo non solo indignarci, ma condividere e agire come sempre lungo la strada.
Condividete con gli altri le vostre “Azioni di Pace “impossibili”, Speranza “possibile”.

#BuoneazioniperlaPace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.