Tipicamente si compone di due momenti: alcuni giorni da vivere in gruppi ristretti e internazionali per favorire la conoscenza e l’approfondimento di tematiche di interesse giovanile, e alcuni giorni in cui condividere tutti assieme le esperienze vissute e dare uno sguardo alle sfide che attendono gli uomini e le donne di domani.

logo_rw2006La seconda edizione di Roverway con motto DARE TO SHARE  – OSARE LA CONDIVISIONE si è svolta in Italia dal 5 al 14 agosto 2006 con un totale di 4200 partecipanti.

Contenuti sito in versione lingua tedesca / versione inglese / versione francese


Cos'è il Roverway?

Un esempio di collaborazione attiva tra le due Associazioni (Agesci e Cngei) che costituiscono la Federazione Italiana FIS.
Mentre il Moot è un evento mondiale il Roverway si propone come occasione di incontro a livello europeo finalizzata a promuovere la conoscenza tra giovani di diverse culture e tradizioni.
Clicca per scaricare le presentazioni: Cos’è Roverway? (3.7 MB) Cos’è una Route? (2.1 MB)

UN’OCCASIONE EDUCATIVA

Il RoverWay è una vera miniera educativa: un’occasione di incontro, condivisione, crescita e impegno. Una riscoperta della propria identità e un’incursione in quella degli altri.
Un’apertura globale ai temi più attuali: ambiente, politica, cultura e scienza sono in crisi?
Ri-costruiamo il nostro tempo partendo dall’uomo.
Una scoperta delle prospettive che si aprono davanti a noi: la bellezza della natura e
dell’arte, ma anche dell’impegno e del servizio.
Una strada verso la felicità che è fiducia nell’uomo e rifiuto della rassegnazione, della frammentarietà, della paura.
Il Roverway, la cui prima edizione si è tenuta in Portogallo nel 2003, è aperto a più di 5000 giovani da 30 Paesi europei o comunque molto vicini all’Europa: Spagna, Francia e Inghilterra, ma anche Turchia, Macedonia e Romania, i paesi del Nord, come Cipro e Albania, il motto è “Dare to share” osare la condivisione, per costruire un futuro di pace e vera solidarietà.
Il quadro simbolico prescelto è quello del Rinascimento, periodo storico di splendore dell’Italia e dell’Europa, non solo per lo sviluppo dell’arte, ma anche per la condivisione di conoscenze, la crescita culturale e delle scoperte scientifiche. Anche oggi vogliamo proporre una centralità dell’uomo e uno scambio tra le culture che ci permetta di “lasciare il mondo un po’ migliore di come l’abbiamo trovato”.
L’evento è organizzato in due fasi distinte:
1) Nel corso dei primi giorni i giovani vivranno un’esperienza di cammino e scoperta di realtà significative nelle diverse Regioni italiane. Ogni giorno si pianterà la tenda in un luogo diverso. Sono previste 100 “Routes” organizzate dai gruppi scout italiani e che copriranno tutto il territorio nazionale dalla Sicilia all’Alto Adige, dalla Puglia alla Valle d’Aosta.
2) Successivamente tutti i partecipanti si riuniranno in un grande campo fisso, per ascoltare testimoni significativi del nostro tempo e sperimentare le loro competenze per affrontare il mondo di domani (100 workshop). Per dare uno sfondo reale al tema di un nuovo “Rinascimento” ci è piaciuto immaginare di collocare il campo fisso che costituisce il culmine dell’evento, nei pressi di Firenze (a Loppiano, sopra Incisa Val d’Arno) dove grande splendore visse l’arte italiana nei secoli XIV e XV.


Le Routes

Ogni route sarà caratterizzata da un percorso tematico, intorno a cui si svilupperà l’impegno dei Team nazionali nei mesi che precedono l’evento (scarica pdf):
Ambiente e natura (verde)
Quali sono le emergenze ambientali nel nostro territorio e quali le particolarità che possiamo osservare? Vivere un autentico cambiamento degli stili di vita, nel rispetto dell’ambiente naturale è base irrinunciabile per un mondo di pace. Proprio
dall’osservazione della natura nascono le grandi scoperte rinascimentali.
Storia e tradizioni (bianco)
Solo la memoria del passato ci permetterà di crescere sulle spalle della storia e non
ripeterne gli errori. Quali momenti significativi hanno scandito i luoghi che attraversiamo?
E quali momenti non dimenticare in Europa? Come fare memoria in un mondo in trasformazione frenetica? Guicciardini ha scritto nel XVI sec la Storia d’Italia, una coincidenza?
Arte e cultura (rosso)
La parola chiave è identità: quali scoperte e quali rappresentazioni della realtà? Quali influenze nella vita di ogni giorno? Quali strumenti? L’immigrazione porta con sé altre forme culturali, come accoglierle? Se la rinascita del 500 è prima di tutto artistica: Michelangelo, Raffaello, Tiziano, ma anche Brunelleschi e Bramante.
Politica e società (grigio)
Quali alternative per la politica oggi? il diritto della forza contro la forza del diritto, un welfare compassionevole contro l’universalismo dei diritti, la paura del diverso contro la fiducia nell’uomo, l’idea della corsa al successo individuale contro ogni idea di patto e coesione sociale è Il Principe di Nicolò Macchiavelli che inaugura la scienza politica moderna.
Scienza e tecnologia (giallo)
Le possibilità sembrano illimitate, ma sono davvero sostenibili? La libertà dell’uomo dipende dalla scienza?
Quali scoperte significative in questo secolo e quali drammaticamente perverse? l’emblema dell’uomo rinascimentale fu Leonardo da Vinci: genio universale, non separa l’arte dalla filosofia e queste dalla tecnica e dalla scienza.
Un percorso di spiritualità comune a tutte le route verrà predisposto dal comitato organizzatore. Ogni Route costruirà “frammenti di futuro” che si ricomporranno al campo fisso in una sintesi che potrà rappresentare l’uomo completo e comprenderà il contributo di ogni Comunità di formazione.

Scarica l’elenco di tutte le route con percorsi.


Quadro simbolico

Nuovo SLIDESHOW: Rinascimento, il Quadro Simbolico (ITA – 2.3 MB)
Nuove NOTE sul Quadro Simbolico (ITA – 181 KB)
Il Rinascimento è stato, storicamente, un momento di grande splendore in tutta Europa, l’arte, soprattutto in Italia ha vissuto un’ epoca felice.
Perché abbiamo scelto il quadro simbolico del Rinascimento?
Perché nel momento storico in cui viene re-interpretata la classicità (cioè la nostra identità) e vengono messe insieme e condivise le conoscenze, nasce la concezione rinascimentale dell’uomo, dell’arte e della scienza.
Anche oggi viviamo un tempo in cui la scienza, la cultura, la visione dell’uomo sono settorializzate, parcellizzate, le scienze sono divise tra loro, l’uomo è diviso in se stesso, la morale è divisa dalla legge, la coscienza dalla prassi. E’ per questo che crediamo necessario ricostruire un’unità nell’uomo e tra gli uomini.
Vogliamo proporre una memoria storica che ci riporti all’oggi attraverso l’arte e la poesia, l’architettura e la musica, la scienza e la tecnica.

Dare to Share significa osare il Rinascimento…


Home Hospitality

COSA
In seno al progetto Roverway 2006, si è inteso proporre, oltre all’evento vero e proprio, anche la possibilità di condividere un’esperienza di ospitalità familiare e/o di gruppo, per coloro che nei giorni che precedono le Routes desiderano visitare alcune città del Belpaese.
La Home Hospitality (H.H.) si rivolge essenzialmente ai partecipanti stranieri e si ritiene che in prima istanza si possano promuovere solo alcune località a numero chiuso ed eventualmente qualora si creasse l’esigenza valutare l’opportunità di ampliare l’offerta.
DOVE
Le città candidate alla H.H. sono: Milano (100pp) – Verona (200pp) – Bologna (100pp) – Firenze (100pp) – Roma (200pp) – Napoli (150pp) – Palermo (100pp). Questo per distribuire sulla penisola l’offerta e riuscire a gestirla meglio.
QUANDO
La proposta prevede due opzioni: 3-4-5 agosto 2006 oppure 4-5 agosto 2006. I partecipanti dovranno esprimere la loro richiesta di H.H. a partire dal 1 gennaio 2006 fino al 1 marzo 2006 e comunque solo dopo aver regolarizzato la posizione relativa all’iscrizione (ok economico, ok del referente nazionale). I partecipanti riceveranno quindi conferma entro il 1 maggio 2006.
CHI
La gestione della H.H. potrà sicuramente ampliare la platea delle persone coinvolte all’evento Roverway 2006, coinvolgendo così oltre alle dirigenze della branca Rover, anche adulti, gruppi di Senior, gruppi Masci, famiglie.
VARIE
Sarebbe opportuno che coloro che aderiranno al progetto H.H. abbiano un segno di riconoscimento, che riportando il logo dell’evento e prodotto esclusivamente dalla segreteria centrale, renda riconoscibile da parte di chi ospita lo scout da ospitare.

incontrare, condividere, crescere…


Quote

È stato raggiunto il numero massimo di Team italiani che possono iscriversi al Roverway. I Team italiani che hanno già inviato la loro iscrizione riceveranno nei prossimi giorni conferma dell’avvenuto inserimento nell’elenco dei partecipanti al Roverway oppure nella lista d’attesa opportunamente predisposta.Vi informiamo che la quota di Roverway 2006 dipenderà, per ogni paese di provenienza, dal Prodotto Interno Lordo. LA QUOTA COMPRENDE: Pasti e pernottamenti a partire dalla cena del 6 Agosto fino alla colazione del 14 Agosto compresi; Trasporto dai punti di raccolta ai luoghi di partenza delle Route; Trasporto dai luoghi di conclusione delle Route al Campo fisso (Loppiano); il Foulard e il Quaderno di campo di Roverway06; tutte le Attività nel programma ufficiale. LA QUOTA NON COMPRENDE: Trasporti dal luogo di provenienza ai punti di raccolta; Trasporti da Loppiano al luogo di provenienza. All’atto dell’iscrizione, i partecipanti sono tenuti a versare una caparra; in seguito (entro il 1 Apr 2006) dovrà essere versato il saldo. L’importo di caparra e saldo dipende dalla fascia di reddito cui appartiene il paese di provenienza. Di seguito il prospetto con indicazione di importi e scadenze. Vedi qui le quote
Vedi le fasce di reddito

Iscrizioni

Età dei partecipanti
Il Roverway 2006 è un evento rivolto da WAGGGS e WOSM Europa ai giovani tra i 16 e i 22 anni. Regole partecipazione
Pattuglie
All’evento potranno iscriversi i giovani solo se già organizzati in pattuglie composte da 5 a 14 persone piu’ 1 o 2 capi adulti (totale massimo: 16 partecipanti) per venire incontro alle diverse realtà associative europee.
Nella realtà italiana di norma la pattuglia coinciderà con il proprio Clan/la propria Compagnia. Le Pattuglie saranno in seguito riunite in Comunità composte da 50 membri.
Non si accetteranno iscrizioni di singoli.
Il numero massimo di adulti presenti in una Pattuglia dipende dall’entità numerica della Pattuglia stessa, secondo questo prospetto:
– fino a 7 giovani : può esserci un solo capo adulto
– da 8 a 14 giovani: possono esserci due capi adulti
Il numero massimo di rover / scolte è comunque 14.
Ogni Pattuglia deve avere un responsabile che deve essere maggiorenne (> 23 anni). Le Pattuglie saranno considerate autosufficienti solo se:
– Hanno un responsabile adulto (maggiorenne) che verrà indicato come Capo Pattuglia.
Per Capo Pattuglia si intende l’adulto educatore, per le associazioni in cui ciò sia previsto (l’equivalente di un capo clan/compagnia o di un capo nominato Agesci/Cngei);
– Tutti i partecipanti sono maggiorenni e dovranno in questo caso avere un Portavoce della Pattuglia. Per Portavoce di Pattuglia si intende un maggiorenne scelto al suo interno.
In entrambi i casi il responsabile (compreso nel numero totale da 5 a 16 partecipanti) avrà il compito di rapportarsi con il Capo Comunità per la gestione ordinaria della vita di comunità (questioni organizzative, tempi delle attività, aspetti educativi).
Quote d’iscrizione e scadenze dei pagamenti
La quota di iscrizione dipenderà, per ogni paese di provenienza, dal Prodotto Interno Lordo (Gross Domestic Product).
La quota INCLUDE:
– pasti e pernottamenti a partire dalla cena del 6 Agosto fino alla colazione del 14 Agosto compresi;
– trasporto dai punti di raccolta ai luoghi di partenza delle Route;
– trasporto dai luoghi di conclusione delle Route al Campo fisso (Loppiano);
– il Foulard e il Quaderno di campo di Roverway06;
– tutte le Attività nel programma ufficiale.
La quota NON INCLUDE:
– trasporti dal luogo di provenienza ai punti di raccolta;
– trasporti da Loppiano al luogo di provenienza.
Le iscrizioni si chiuderanno il 15 Gennaio 2006.
All’atto dell’iscrizione, i partecipanti sono tenuti a versare una caparra; entro il 1 Aprile 2006 dovrà essere versato il saldo.
Le Quote saranno versate tramite le Associazioni con bonifico bancario.
Rinunce, restituzione della prima rata e sostituzione dei partecipanti
In caso di rinuncia, la prima rata NON verrà restituita.
È possibile però cambiare il nominativo degli iscritti purché il numero di iscritti della Pattuglia NON cambi; ad esempio se Giovanni si ritira, può subentrare Carla.
Aggiunta di partecipanti
Prima del 15 gennaio è possibile iscrivere ulteriori partecipanti ad una Pattuglia già iscrittasi; chi si aggiunge dopo il 15 novembre pagherà, però, l’intera quota anche se la Pattuglia si è iscritta prima di questa data.
Dopo il 15 gennaio sarà possibile iscrivere ulteriori partecipanti soltanto previa richiesta e valutazione del singolo caso da parte della Segreteria Roverway, purché la composizione della Comunità di Formazione lo permetta.
Ad esempio, se l’aggiunta di 3 componenti ad una Pattuglia comporta il superamento del numero massimo dei membri della Comunità (50), questo non sarà possibile.
Sarà possibile invece che i nuovi componenti creino una nuova Pattuglia, purché si rispettino le regole di composizione numerica delle Pattuglie (5-16 persone) ed il numero totale degli iscritti non abbia ancora raggiunto il tetto massimo di 5000.
Modalità di iscrizione:
1. Scaricate il modulo (.doc – .pdf)
2. Il modulo va compilato in tutte le sue parti solo dopo aver letto attentamente le regole d’iscrizione
3. Una volta compilato deve essere inviato alla Segreteria Roverway per posta elettronica a registration@roverway.it oppure via Fax al numero (+39) 06 68166236
4. L’iscrizione sarà accettata solo dopo la convalida della vostra Associazione; contatteremo per posta elettronica il Capo Contingente, se già nominato, o il Commissario Internazionale.
5. Una volta completata l’iscrizione e avuta la convalida, riceverete:
– tutte le informazioni sulla modalità di pagamento, che sarà effettuato dalle Associazioni
– le indicazioni necessarie per la scelta della route


News

In questa sezione, che verrà aggiornata costantemente, troverete le novità su Roverway 06.
Le notizie relative all’organizzazione, ai preparativi, a tutto ciò che ruota intorno a Roverway 06, ma non solo: questa sezione rappresenta una “finestra sul mondo”.
Buona parte dei documenti e delle notizie saranno disponibili con un semplice clic, ma si potranno raggiungere anche dai menù ad essi relativi; ove necessario, sarà indicata la collocazione precisa dei documenti via via inseriti.
Non dimenticate, inoltre, di controllare il pop-up in homepage, che richiama le novità più significative! Ricordatevi, qualora il vostro browser non accettasse i pop-up, di sbloccare il sito www.roverway.it
29 maggio 2006 – “Dare to share” è finalmente un CD
Il Gruppo Immagini ha dato al motto di Roverway musica e parole in quattro lingue: inglese, francese, italiano, spagnolo.
Tante lingue, un solo messaggio: condivisione
Questa la trama che tiene uniti i fili della passione per un mondo in cammino, che cerca di mescolarsi per vivere, di scoprirsi per capirsi, di amare per farsi rispettare …
L’inno è stato il primo brano composto per Roverway 2006, ma il disco contiene altre sette canzoni, nate o ri-nate per Roverway:
DARE TO SHARE – inno roverway 2006
L’UOMO CHE CAMMINA
LEO
E DI NUOVO… ROUTE!
CADEAU DE NUIT
THE WAY IS OPENING UP
AULD LANG SYNE
INSIEME
In Italia chiedete il CD nelle rivendite Scout Shop o al Gruppo Immagini, se invece venite dall’estero… troverete il disco a Loppiano.

15 maggio 2006 – E’ USCITA LA NEWSLETTER N.5
E’ online la newsletter N.5. Correte a scaricarla qui!

9 maggio 2006 – SHARE YOUR EUROPE-DAY!!
Il prossimo 9 maggio, scatta una fotografia in un momento di condivisione ed inviala a share@europeday2006.eu
Per maggiori informazioni visita www.europeday2006.eu

6 maggio 2006 – “COS’E’ PER TE L’EUROPA?”
Convegno, 6 maggio 2006
Istituto degli Innocenti, Salone Brunelleschi,
Piazza Santissima Annunziata 12, Firenze

“Cos’è per te l’Europa?”
Progetto di indagine tra 5000 adolescenti europei
sul loro rapporto con le istituzioni

Le Associazioni scout della Toscana promuovono un confronto
sull’educazione dei giovani alla cittadinanza europea.

Presentazione della ricerca che verrà effettuata fra i partecipanti
al raduno europeo “Roverway”, in programma a Firenze dall’11 al14
agosto 2006
Per maggiori informazioni scarica il pdf.

1 maggio 2006 – E’ USCITA LA NEWSLETTER N.4
E’ online la newsletter N.4. Correte a scaricarla qui!

21 aprile 2006 – E’ USCITA LA NEWSLETTER N.3
E’ online la newsletter N.3. Correte a scaricarla qui!

22 febbraio 2006 – ALTO PATRONATO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA
Roverway 2006 ottiene l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, Carlo Azeglio Ciampi.
Leggete il comunicato stampa

20 febbraio 2006 – E’ USCITA LA NEWSLETTER N.2
E’ online la newsletter N.2. Correte a scaricarla qui!

15 dicembre 2005 – CHIUSURA ISCRIZIONI ITALIANI
È stato raggiunto il numero massimo di Team italiani che possono iscriversi
al Roverway.
I Team italiani che hanno già inviato la loro iscrizione riceveranno nei
prossimi giorni conferma dell’avvenuto inserimento nell’elenco dei
partecipanti al Roverway oppure nella lista d’attesa opportunamente
predisposta.

24 dicembre 2005 – E’ USCITA LA NEWSLETTER N.1
E’ online la newsletter N.1. Correte a scaricarla qui!

16 dicembre 2005 – ISCRIZIONE STAFF INTERNAZIONALE DI SERVIZIO
Sono aperte le iscrizioni per la Staff internazionale di Servizio (IST)

15 dicembre 2005 – CHIUSURA ISCRIZIONI ITALIANI
È stato raggiunto il numero massimo di Team italiani che possono iscriversi
al Roverway.
I Team italiani che hanno già inviato la loro iscrizione riceveranno nei
prossimi giorni conferma dell’avvenuto inserimento nell’elenco dei
partecipanti al Roverway oppure nella lista d’attesa opportunamente
predisposta.

2 dicembre 2005 – VIDEO INCONTRO CAPI CONTINGENTE
E’ online, nella sezione download, il videoclip dell’incontro dei Capi Contingente a Firenze (15/16 ottobre 2005). E’ disponibile su richiesta una versione ad alta risoluzione (33 MB)

1 dicembre 2005 – AGGIORNAMENTO REGOLE DI ISCRIZIONE
Sono state aggiornate le regole di iscrizione degli adulti nei Team. Per saperne di più, consultate questo documento
>>> vedi anche: Pop-up – Pagina delle iscrizioni – F.A.Q.

20 novembre 2005 – PREMIO PARLAMENTARE PER L’INFANZIA 2005
Si è svolta domenica 20 novembre a Montecitorio, nella Giornata per i diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, la premiazione alla World Association of Girl Guides and Girl Scouts (WAGGGS) e alla World Organization of the Scout Movement (WOSM) per l’azione educativa svolta a favore dei bambini, dei ragazzi e degli adolescenti nel mondo.




Supporter

1.1. Amministrazioni e Istituzioni Pubbliche Nazionali e Internazionali
1.1.1. Presidenza della Repubblica Italiana
Accordato l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica italiana.

1.1.2. Rappresentanza in Italia della Commissione europea
Il Patrocinio accordato dalla Commissione, tramite la Rappresentanza in Italia, è segno di interesse all’iniziativa e supporto all’applicazione ai progetti sviluppati a livello europeo.

1.1.3. Ministero degli Esteri e Forum Nazionale dei Giovani
Il Ministero degli Esteri e il Forum Nazionale dei Giovani hanno inserito Roverway 2006 come evento di lancio per l’Italia della Campagna Promossa dal Consiglio d’Europa “All Different, all Equal” per la promozione dei Diritti Umani, la diversità e la partecipazione giovanile in Europa.
Al campo saranno ospitati stand e mostre delle 45 Associazioni del Forum Nazionale dei Giovani. Il sabato 12 agosto si svolgerà il lancio della Campagna.

1.1.4. Regione Toscana
La Regione Toscana, che ha offerto il patrocinio all’evento, ha anche offerto ampia disponibilità per materiali culturali, supporto ai partecipanti e contatti per le relazioni esterne.

1.1.5. Provincia di Firenze
La Provincia di Firenze, che offre il patrocinio all’evento e un contributo, metterà a disposizione la prima televisione pubblica “provinciale” per riprese on-line di Roverway 06.
La stessa Provincia offre servizi di Protezione Civile, e supporta le attività del campo con servizi di segreteria e di relazioni esterne con ospiti e enti istituzionali.
Supporta la realizzazione della ricerca su “I Giovani in Europa” sviluppata in collaborazione con l?Istituto degli Innocenti.
www.provincia.firenze.it

1.1.6. Comune di Firenze
Il Comune di Firenze ha offerto il proprio patrocinio, considerato l’interesse pubblico che presenta la manifestazione e la necessità dell’Amministrazione di sostenere e valorizzare le iniziative promosse dalla comunità nel proprio territorio.

1.1.7. Comune di Incisa Val d’Arno
Il Comune di Incisa, nella persona del Sindaco, ha offerto la più ampia disponibilità all’accoglienza dei partecipanti e all’organizzazione delle Conferenze di Servizi per il campo. Le diverse strutture nel territorio dell’Amministrazione (Scuole e luoghi pubblici) saranno utilizzate nel corso del Roverway e degli incontri preparatori.

1.1.8. Regione Veneto
Contattata dai singoli referenti regionali, la Regione, tramite l’Assessorato ai Servizi Sociali, ha offerto il proprio Patrocinio e un contributo, con particolare attenzione alla Cerimonia regionale e alle Routes che si svolgeranno nel territorio.
www.regione.veneto.it

1.1.9. Provincia di Pesaro e Urbino
Contattata dal gruppo Pesaro 1 ha offerto il proprio patrocinio anche la Provincia di Pesaro e Urbino e il suo sostegno l’Assessorato alle Politiche educative e giovanili del Comune di Pesaro, per l’organizzazione di una delle 100 Routes

1.1.10. Provincia di Ferrara
Contattata dai singoli referenti regionali, la Provincia ha offerto il proprio Patrocinio con una particolare attenzione alle Routes che si svolgeranno nella zona e ai loro ospiti dai paesi stranieri.

1.1.11. Provincia di Bergamo
Contattata dai singoli referenti regionali, la Provincia ha offerto il proprio Patrocinio, con particolare attenzione alle Routes che si svolgeranno nella zona.

1.1.12. Provincia di Brescia
Contattata dai singoli referenti regionali, la Provincia ha offerto il proprio Patrocinio e un contributo, in particolare rivolto a sostegno delle Routes che si svolgeranno nella zona e ai loro ospiti dai paesi stranieri.
www.provincia.brescia.it

1.1.13. Comunità Montana del Sebino Bresciano
Contattata dai singoli referenti regionali, la Comunità Montana ha offerto il proprio Patrocinio e un contributo, in particolare rivolto a sostegno delle Routes che si svolgeranno nella zona.

1.2. Fondazioni e Istituzioni Culturali

1.2.1. Fondazione Cariplo
La Fondazione, che si è separata da Cariplo spa nel 1991, ha la missione di operare, senza scopo di lucro, per obiettivi di interesse generale e di utilità pubblica in vari settori: arte e cultura, formazione, ricerca scientifica, sanità e sostegno alle categorie sociali deboli. Le iniziative intraprese dalla Fondazione mirano alla promozione del tessuto sociale, culturale ed economico del Paese, con particolare riguardo alla comunità lombarda e ai territori ad essa collegati. Ha accordato il Patrocinio all’evento e un consistente contributo finalizzato al miglioramento dell’attività al campo (Tavole Rotonde, Workshop, Veglie e iniziative culturali), nonché al sostegno alla partecipazione per i paesi più in difficoltà.
www.fondazionecariplo.it

1.2.2. Fondazione Baden
La Fondazione si propone esclusivamente finalità educative e di solidarietà sociale, nello spirito di Mons Ghetti (Baden) nel mondo giovanile in generale e in particolare nello scautismo e guidismo cattolico. Ha accordato il Patrocinio all’evento e un contributo finalizzato alla realizzazione di supporti culturali e artistici, in particolare il CD con le musiche del campo.
www.monsghetti-baden.it

1.2.3. European Scout Foundation
Ha accolto con attenzione l’iniziativa e in particolare ha previsto la possibilità che i paesi dell’Est europeo applichino richiesta di contributo per la partecipazione all’evento (spese di partecipazione e viaggio)

1.2.4. Istituto degli Innocenti – Firenze
Lo storico istituto di fiorentino supporta, con la collaborazione dei suoi tecnici, la ricerca sui “Giovani in Europa” che sarà sviluppata tra tutti i partecipanti durante il campo fisso.

1.3. Enti e Istituti privati
1.3.1. UniCredit
UniCredit è il primo gruppo italiano per capitalizzazione di borsa e il quarto in Europa. Ha scelto dal 2000 un disimpegno dal settore delle armi, capendo tra i primi che la banca deve rispondere al cliente anche rendendo conto del suo comportamento in generale, degli effetti che le sue scelte hanno nei confronti della collettività.
Come spiegato nel Bilancio sociale ambientale edizioni 2000 e 2001, dal 1° gennaio 2001 la banca non assume più nuovi contratti nel settore delle armi, sapendo però che è indispensabile un periodo transitorio per l’uscita definitiva da questo mercato.
Ha accordato il proprio supporto all’evento e un consistente contributo finalizzato al miglioramento dell’attività al campo e al sostegno alla partecipazione per i paesi più in difficoltà. Potrà essere presente anche con un workshop sulla Responsabilità sociale d’Impresa.
Presentazione – http://www.unicredit.eu

1.3.2. Federcasse
Le Banche di Credito Cooperativo sono società cooperative senza finalità di lucro, dove si vive l’esperienza della democrazia economica in una logica di imprenditorialità. Il loro obiettivo è quello di favorire la partecipazione alla vita economica e sociale, di porre ciascun socio nelle condizioni di essere, almeno in parte, autore del proprio sviluppo come persona. La Federazione delle Banche di Credito Cooperativo – Casse Rurali, ha accordato il proprio patrocinio all’evento, tramite un contributo per il supporto alle attività di Roverway a livello nazionale e il coinvolgimento delle filiali nelle diverse regioni italiane, segno di una rete di solidarietà che è costitutiva delle Banche di Credito Cooperativo.
http://www.creditocooperativo.it

1.3.3. Barilla
L’Azienda di Parma, simbolo della pasta italiana nel mondo e modello di impresa rispettosa dell’ambiente e della dignità della persona, supporta l’incontro scout con un grande Pasta Party a Firenze. Pasta al sugo per tutti: pomodoro, pesto e formaggio, sono i colori della bandiera italiana! Mulino Bianco dello stesso gruppo Barilla, offrirà invece biscotti a colazione per i partecipanti.
http://www.barilla.it

1.3.4. S. Benedetto
Supporta l’incontro scout con una fornitura di bottiglie di acqua naturale per tutti i partecipanti: ci piace poter offrire agli amici stranieri un prodotto italiano che disseti la loro estate.

1.3.5. Ehiweb.it
Supporta l’incontro scout con la fornitura di sei linee telefoniche VOIP e traffico voce. Le nuove tecnologie al servizio dei giovani.
http://www.ehiweb.it

1.3.6. Melinda
Supporta l’incontro scout con una fornitura di prodotti (mele) per tutti i partecipanti: un segno di attenzione ai prodotti italiani che anche i giovani stranieri potranno apprezzare.
http://www.melinda.it



Iscrizione IST

Campo fisso: Loppiano

Generalità
Il campo fisso verrà ospitato presso la Comunità dei Focolari in località Loppiano nel comune di Incisa Valdarno in provincia di Firenze.
Il campo è posizionato vicino al casello autostradale della A1 (Incisa Valdarno) e perciò facilmente raggiungibile sia dal nord Italia che dal sud. Dal casello è possibile arrivare al campo tramite viabilità ordinaria. A Incisa Valdarno è presente anche la stazione ferroviaria sulla linea Roma Milano.
Il territorio presenta la classica struttura collinare toscana con spazi prevalentemente coltivati a vite e olivo e caratterizzato da case sparse e piccoli agglomerati produttivi, sia di carattere rurale che artigianale.

Struttura del campo fisso

Il campo fisso si servirà sia delle strutture della comunità che dei terreni.
Sono state individuate 10 aree che per le loro caratteristiche si prestano ad ospitare le tende e i servizi per i partecipanti. Tali “sottocampi” gravitano su due zone: zona 1 COLLEGE e zona 2 Salone San Benedetto.
I due campi distano tra loro circa 1,5 Km.
Le aree ospiteranno da un minimo di 350 ad un massimo di 650 persone per arrivare al target delle 5000 persone previste.

Verrà attrezzato anche un undicesimo campo per gli IST.
Gli invitati verranno alloggiati nel campeggio attrezzato nella zona Terraio.
Per le cerimonie è possibile utilizzare l’anfiteatro con palco già presente tra le strutture fisse, che può ospitare fino ad 8000 persone.

Per l’installazione delle mostre dei partecipanti e per zona “gioco” è stata individuata un’area nei pressi del Salone San Benedetto, che verrà opportunamente attrezzata.
All’interno delle strutture della comunità verranno sistemati tutti i servizi ad eccezione del Minimarket e i punti ristoro che verranno installati sotto tendoni.

Struttura dei sottocampi
I sottocampi verranno attrezzati in modo da essere autosufficienti.
Verrà installata una “tenda segreteria” e una tenda filtro infermeria o primo soccorso dotate di impianto elettrico.
Le tende dei partecipanti verranno sistemate in maniera organizzata in modo da lasciare corridoi di facile accesso per gli eventuali soccorsi.
Ogni sottocampo avrà una zona di ritrovo e ammassamento in caso di emergenza.
Sarà inoltre presente uno spazio per eventuali attività di sottocampo (cena, veglia, ritrovo).
In ogni sottocampo sarà presente un punto “servizi igienici” dotato di lavabi, docce e WC chimici. La zona servizi igienici sarà dotata di illuminazione elettrica.

Strutture fisse a disposizione
La Comunità ci fornirà alcuni spazi e strutture fisse.
La principale struttura è costituita dal Salone San Benedetto dove verrà sistemato il centro direzionale e i servizi di emergenza.
Dentro la struttura saranno presenti:
segreteria di campo (accoglienza, registrazione partecipanti, desk) in un apposito locale
segreteria logistica/servizi che si occuperà della gestione generale dell’evento e prevederà la presenza, con strutture tipo open space, di un incaricato per ogni servizio (sicurezza, sanità, trasporti, logistica, vettovagliamento, gestione workshops ).
Sala punto medico avanzato (pronto soccorso) con presenza continuativa di personale medico e infermieristico volontario e non. Tale struttura sarà dotata anche di un locale adatto alla degenza.
Il Salone San Benedetto è dotato anche di una sala polifunzionale con impianto audio, video e traduzione simultanea, della capienza di 600 posti a sedere, per eventuali attività plenarie.
All’interno della struttura verranno allestiti piccoli uffici per varie esigenze.
La cambusa verrà sistemata nella zona falegnameria (Pescina) all’interno di due capannoni già esistenti.
Per le cerimonie plenarie verrà utilizzato l’anfiteatro vicino al Salone San Benedetto.
Il comune di Incisa ci ha messo a disposizione anche la scuola materna nella zona College dove sistemare servizi vari.

Accessi al campo
Come detto la zona si trova in vicinanza dell’Autostrade del Sole e della ferrovia, la viabilità ordinari comunale descrive all’interno della proprietà della Comunità un circuito che normalmente è a doppio senso di circolazione, ma che permette il transito di autobus di ogni dimensione istituendo un senso unico. Il sistema è stato già testato in precedenti grandi eventi organizzati dalla Comunità. Sono presenti parcheggi adatti alla sosta degli autobus per il carico e scarico dei partecipanti.
Le strade costituiscono vie di collegamento per le sole residenze locali e non presentano problemi di traffico.

Forniture varie
Per il funzionamento dei sottocampi è stata verificata la possibilità di avere acqua corrente, scarichi in fognatura o a perdere dopo depurazione e possibilità di allaccio elettrico.
Tutti i sottocampi usufruiranno di questi servizi: nei campi in zona Terraio verrà installato un sistema di depurazione e scarico in fossi, nei campi in zona Salone e College sono presenti le fognature.
La fornitura di acqua sarà di tipo misto in parte allacciata all’acquedotto in parte sfruttando serbatoi da installare a cura della Comunità, i tecnici ne hanno già verificato la fattibilità.
In ogni sottocampo verrà anche portato un cavo per la fornitura elettrica.
Nel Salone verrà installato un congruo numero di telefoni per le necessità delle segreterie. Mentre non verranno potenziati i servizi di telefonia pubblica.

Servizi ambientali
Vista la mancanza di scarichi fognari nei sottocampi, è prevista l’installazione di un congruo numero di batterie di WC chimici (uno ogni 23 partecipanti) con servizio di pulizia continuativa fatta da personale della ditta fornitrice sempre presente.
Oltre che nei sottocampi saranno previsti altri WC chimici nelle vicinanze delle aree destinate alle attività.
Ogni sottocampo sarà dotato di cestini e cassonetti per la raccolta differenziata dei rifiuti. Il servizio sarà a cura del comune, ma avrà bisogno della supervisione di una struttura di campo.

Sicurezza e controllo del territorio
Il campo fisso sarà dotato di specifico servizio “Sicurezza” composto in prevalenza da capi dell’IST, il servizio assicurerà in collaborazione e collegamento con le forze dell’ordine, il servizio di primo soccorso ed il servizio antincendio, il regolare svolgimento del campo fisso.

Il settore si prenderà carico di redigere il documento di valutazione del rischio durante i prossimi mesi, comunque le linee guida sono:

Controllo del territorio: prevedere una sorta di passi per gli abitanti della zona da concordare con la Comunità e con il comune per evitare affollamenti non controllabili, check point sulle vie di accesso al campo per avvisare gli automobilisti della presenza del campo ed eventualmente concordare con la comunità e col comune una zona a traffico limitato con accesso ai soli residenti. Tutto questo comunque fatto in maniera “soft”, non possiamo impedire il passaggio a nessuno se non ci sono le forze dell’ordine a darci una mano.
Ai check point istituire un punto di accoglienza per eventuali visitatori da autorizzare via-via.

Controllo nei sottocampi: durante tutto il periodo del campo, saranno presenti all’interno dei sottocampi squadre della sicurezza dotate di radio formate sia per primo soccorso che per l’antincendio che interverranno in caso di necessità nell’attesa del personale “professionista”.

Viabilità: istituzione di un senso unico nei momenti di arrivo e partenza degli autobus con punti di controllo presidiati dalle squadre della sicurezza durante le operazioni, istituzione di passaggi “obbligati” per i trasferimenti dei ragazzi dai sottocampi più lontani (6-7-8-9-10) all’anfiteatro e alla cittadella delle mostre.

Sicurezza antincendio: è stato previsto di posizionare nei sottocampi e nelle zone “collettive” (workshops, borgo delle mostre, anfiteatro etc), in maniera ben visibile e facilmente raggiungibile, estintori a polvere, ed è stato previsto l’intervento di squadre antincendi boschivi con mezzi 4×4 attrezzati con sistemi di spegnimento che presidieranno H24 il campo.
Verranno comunque vietate fiamme libere.

Centro comunicazioni: presso la segreteria logistica verrà istallato anche un centro comunicazioni che manterrà in contatto tutti i settori e i servizi del campo fisso

Sicurezza durante i workshops esterni: presso la segreteria logistica verrà istituito, durante lo svolgimento dei workshops esterni al campo, un servizio di “search and rescue” dotato di pulmino/i.


Elenco Routes

elencoroute

Rispondi