I 100 passi verso il Giappone sono quasi tutti percorsi!!

Un altro grande passo verso il Giappone è stato fatto e il sogno ormai è vicinissimo. Il secondo campetto di preparazione prima del Jamboree per il reparto Peppino Impastato si è svolto nei giorni 30 aprile – 1 e 2 Maggio 2015 nella provincia di Reggio Calabria, in un posto che quasi richiama ciò che ci aspetta a Kirara-Hama: il Parco della Mondialità.

Secondo campetto al Parco della Mondialità a Gallico (RC)
Secondo campetto al Parco della Mondialità a Gallico (RC)

Sicilia e Calabria "Uniti e Unity"
Sicilia e Calabria “Uniti e Unit”

Una riserva con prati, laghetti e parco giochi la quale particolarità, da cui prende il nome, sta in un’area dove sorgono piccoli angoli che richiamano varie culture e religioni. Vi troviamo infatti alcune icone e templi di diversi culti. Tra le più suggestive c’è una Moschea (Islam), una Menorah (Ebraismo) e la nostra preferita: una Pagoda (Shintoismo).

Sembra essere tutto perfetto, dal luogo alla compagnia e l’aria di unità sparsa per il campo rende tutto ancora più emozionante. Bisogna subito cominciare a lavorare, ma non prima di un brevissimo ristoro, nel quale ci viene offerta una bevanda tipica calabrese: il succo di bergamotto. Dopo il montaggio delle tende si inizia ufficialmente il campo e arrivata la sera, dopo un’abbondante cena per rimetterci in forze, ci vengono a trovare degli ospiti speciali: dei ragazzi del C.N.G.E.I. del Reggio Calabria 1°, che trascorrono tutta la sera al fuoco insieme a noi, partecipando a giochi e scenette. La serata si conclude abbastanza presto data l’intensa giornata che ci aspetta e dopo il “Signor fra le tende”, ci ritiriamo tutti a dormire.

Il Reparto Peppino Impastato e il CNGEI durante il fuoco di bivacco
Il Reparto Peppino Impastato e il CNGEI durante il fuoco di bivacco

Fuoco di bivacco con i fratelli del CNGEI del REggio Calabria 1 durante il 2° Campetto del REparto Peppino Impastato
Fuoco di bivacco con i fratelli del CNGEI del Reggio Calabria 1 durante il 2° Campetto del Reparto Peppino Impastato

 
 
 
 
 
 
 
La sveglia suona, o meglio, i capi cantano e ci ritroviamo in cerchio per una ginnastica mattutina tutta giapponese: lo yoga. Dopo la colazione, veniamo divisi in gruppi per fare una bacheca che verrà posta nel portale di reparto, nella quale sarà incisa la storia di Peppino, di modo che ogni scout, prima di entrare nel nostro campo possa conoscere tutto ciò che egli ha compiuto nel corso della sua vita per combattere la Mafia. Successivamente ognuno indossa il proprio kimono, che terremo per l’intera giornata, nella quale si svolgeranno numerose attività legate alla cultura nipponica, come per esempio la tecnica dell’origami.
Allenamento al pranzo nel "Japan Day"
Allenamento al pranzo nel “Japan Day”

Origami nel "Japan Day"
Origami nel “Japan Day”

Quale è il modo per mangiare con bacchette così lunghe?
Quale è il modo per mangiare con bacchette così lunghe?

Origami, balli, usi e costumi del Giappone al 2° Campetto del REparto Peppino Impastato
Origami, balli, usi e costumi del Giappone al 2° Campetto del Reparto Peppino Impastato

 
 
Dopo la pausa pranzo queste attività continuano e tutto il reparto si cimenta in lezioni di giapponese, che ci saranno utili durante la Ho-Ho, e in seguito i capi ci illuminano con qualche particolari usanze per evitare di risultare maleducati agli occhi delle famiglie che ci accoglieranno. Alcune curiosità, anche divertenti (per noi): lo sapevate che se ci si addormenta dopo i pasti si rischia di diventare una mucca? O che il numero 4 non si usa mai perchè si scrive allo stesso modo della parola “morte”?
 
 
 
 
 
Inoltre per ringraziare i generosi giapponesi che ci ospiteranno, abbiamo preparato dei regali da portare nelle loro case, e li abbiamo portati al campetto per mostrarceli a vicenda. Tanti meravigliosi oggetti caratteristici che mescolano la cultura del Sud-Italia con quella orientale. Prima di dividerci in squadriglie per organizzare il fuoco serale, ci vengono date delle informazioni tecniche sul campo, come la divisione in sottocampi, gli orari della nostra giornata tipo e le principali attività che ci verranno proposte. La serata è organizzata, e dopo esserci messi in cerchio intorno al fuoco al consueto richiamo “Kamaludu”, ogni squadriglia fa il proprio momento, facendo scenette e ban, ironizzando sulle “strane” abitudini del giapponesi. Arriva il momento di andare a dormire e con un po’ di malinconia pensando alla partenza dell’indomani, ci dirigiamo verso le tende.
Il secondo fuoco di bivacco
Il secondo fuoco di bivacco

L’ultimo giorno è arrivato e prima di smontare le tende ci vengono consegnate le personalissime magliette del Reparto “Peppino Impastato”, ma le sorprese non finiscono qui, poiché durante il pranzo ci consegnano il “kit” del contingente, formato da sei distintivi, due magliette, uno zainetto e una spilla per la cintura. Fatto ciò, zaino in spalla e si torna a casa. Arrivati alla stazione è arrivato davvero il momento di salutarci, contentissimi per i giorni trascorsi insieme ma un po’ tristi perchè dobbiamo separarci.
Ci si rivede in Giappone compagni di viaggio!
WA!
WA
WA

Il Reparto Peppino Impastato al gran completo
Il Reparto Peppino Impastato al gran completo

100 passi verso il Jamboree
100 passi verso il Jamboree