Jamboree a volo radente

jamsite

L’area contenuti ci porta alla scoperta del sito, area per area e attività per attività!

Insomma, tra poche settimane partiremo per il Jamboree e ancora non sappiamo cosa ci troveremo davanti! Ma come, con tutta la tecnologia che abbiamo a disposizione? E allora armiamoci di mappa e fantasia, droni immaginari, bulletin ufficiali e foto di google e partiamo ad “esplorare” il territorio.
foto_aerea
ingresso
 
Entrando dall’ingresso principale ci troviamo sulla Central Street che divide il campo in direzione ovest-est. Alla nostra sinistra avremo quindi la parte nord che è la più grande e ospiterà tutti i partecipanti in tre dei quattro grandi villaggi che compongono il Jamboree, chiamati Hub. Sono l’Hub del Sud, Hub dell’Est e Hub dell’Ovest, ciascuno diviso in quattro sottocampi, per un totale di 12. Ogni sottocampo ha il nome di una famosa montagna giapponese.
L’Hub e i sottocampi saranno i luoghi dove cucinare e riposare, ma soprattutto luoghi di incontro, conoscenza e di condivisione (in fondo basta un invito a cena per raggiungere questo obiettivo). In ogni Hub, inoltre, sono presenti palchi su cui mostrare la propria cultura attraverso danze, musica e spettacoli.
Alla destra della Central Street, all’estremità sud, si trova il quarto Hub che ospiterà i capi che non accompagnano i partecipanti e le persone che si occuperanno dei servizi della città delle tende.
 
map
 
Svoltando a sinistra subito dopo il Main Gate passeremo tra Il villaggio dello sviluppo globale (Global Development Village detto anche GDV) che ha come scopo promuovere tra i partecipanti le tematiche della pace, dei diritti umani, dell’ambiente, dello sviluppo e della salute e l’incrocio delle culture (Cross Road of Culture detta anche CRC), il cui scopo è quello di favorire lo scambio e il rispetto tra culture diverse. Tra le attività che verranno fatte in quest’area ci saranno quelle che permetteranno di approfondire gli aspetti tradizionali e popolari della cultura Giapponese.
Proseguendo passeremo di fianco alla Città della scienza (City of Science detta anche COS) dove sarà possibile capire i vantaggi che ci porta la scienza e la tecnologia ma anche i rischi ad essa collegati – ad esempio verranno affrontate tematiche quali lo sviluppo delle fonti energetiche e la robotica – mentre alla nostra destra costeggeremo l’Hub dell’Ovest.
Poco più avanti ecco alla nostra sinistra l’Arena dove si svolgeranno le grandi cerimonie come quella di apertura e chiusura, mentre alla nostra destra ci saranno le prime tende dell’Hub del Nord.
Voltando a destra sulla Kirara Street passeremo proprio in mezzo ai due Hub che costeggeremo per 400 m circa fino all’incrocio con la Jamboree Avenue dove verrà installato l’ospedale del Jamboree e un grande Supermarket.
Proseguendo diritto attraverseremmo tutto l’Hub dell’Est e conosceremmo circa 10mila altri partecipanti. Invece giriamo a destra e ritorniamo verso sud alla Central Street. C’è quasi un chilometro da fare, per trovare un crocevia molto importante: alla nostra destra i padiglioni del World Scout Center, dove si trovano le tende rappresentative di ogni nazione, punto di riferimento ma anche luogo di partenza e scoperta di altre culture. Alla nostra sinistra il Quartier Generale (Headquarter o HQ) ovvero il centro organizzativo di tutto l’evento, e poco più avanti la Reception, che è il luogo in cui avverrà la nostra registrazione iniziale e il primo contatto con l’organizzazione.
Appena dopo l’incrocio ecco una grande costruzione sulla sinistra. È la piscina che ospiterà parte delle attività acquatiche (Water Activities) assieme a una zona posta proprio sul mare – che troveremo costeggiando il grande padiglione e proseguendo dietro di esso – e altre località fuori dal campo presso laghi, fiumi o lungo la costa. Queste attività comprenderanno la vela, il windsurf, il rafting, lo snorkeling, la pesca.
Guardandoci attorno lungo questo breve tratto di strada, noteremo sulla sinistra la zona di Faith and Belief dove i luoghi di culto di ogni credo e religione sono uno accanto all’altro in pace e armonia, dove è possibile pregare ma anche capire meglio ciò che caratterizza ogni credo e religione.
Poco oltre c’è anche il Jamtel, un Hotel destinato a ospitare le personalità invitate dai vari contingenti.
Ritornando verso ovest troveremo infine un’area che comprende la Plaza, il Welcome Center e le Food House, dove si potranno trovare i ristoranti di varie nazioni, la banca, l’ufficio postale, un secondo supermarket e altri negozi e servizi.
Un po’ ovunque sarà presente la rete wi-fi. In ogni Hub ci sarà una tenda con PC a disposizione dei partecipanti e punti di ricarica per i devices elettronici (ricordarsi il convertitore per l’alimentazione giapponese a 100 V) anche se l’organizzazione suggerisce di limitarne l’uso perché la richieste saranno veramente tante e perché per quei giorni sarà bene concentrarci sulle relazioni reali più che sui social network.
Ci sono altre importanti attività che riguarderanno i partecipanti, ma che si svolgeranno fuori dal sito del Jamboree:
L’esplorazione della Natura (Exploring Nature), per capire ed apprezzare la natura, che verrà fatta nei pressi della città di Yamaguchi.